lunedì 9 settembre 2013

Cereali alla rapa rossa



Questo mese Salutiamoci 
è ospitato da les madeleines di proust.Gli ingredienti sono Nocciole e Noci.
I semi oleosi, tanto preziosi
per chi come me segue un regime alimentare senza derivati animali, dovrebbero rientrare di diritto nell 'alimentazione quotidiana di grandi e piccini.Vi rimando alla lettura della pagina di salutiamoci per scoprirne le innumerevoli virtù.
Per questa ricetta ho utilizzato le noci brasiliane che sono il seme della castanheira, un albero di grandi dimensioni che cresce naturalmente in Amazzonia.La mia scelta è ricaduta sulle noci solidal e bio, per il rispetto dell'uomo oltre che della madre terra.
Alle dosi indicate per una persona, costituisce un sostanzioso piatto unico.

Ingredienti :

100 g di miscela di riso indica, quinoa boliviana e grano saraceno ( altromercato )
5 noci brasiliane sgusciate ( nel mio caso fairtrade )
1 rapa rossa fresca
1 cubetto di dado vegetale ( nel mio caso autoprodotto )
sale marino integrale affumicato qb
sale marino integrale grezzo qb
acqua qb
pepe bianco in grani qb
latte di nocciole al naturale ( da utilizzare in alternativa a quello di noci come spiegato in ricetta )

Procedimento :

Mettete a bagno le noci per 8 ore almeno in acqua fresca in una ciotola di vetro o di ceramica.
Spelate la rapa rossa, tagliatela a tocchetti e fatela cuocere in pentola a pressione con il cubetto di verdure per 5 minuti. Scolatela conservando l'acqua di cottura ( vi servirà in segiuto per la cottura dei cereali ), quindi riducetela a purea usando il frullatore ad immersione aggiungendo se necessario un goccio d'acqua di cottura e del sale a piacere.
Preparate il burro di noci per la mantecatura dei cereali. Prelevate le noci e passatele nell'estrattore di succhi con 3/4 cucchiai della loro acqua di ammollo. Da una parte uscirà il latte di noci 

e dall'altra il triturato. Prendete le noci tritate e mettetele nel mortaio aggiungendo un pizzico di sale affumicato. Cominciate a lavorare il composto aggiungendo il latte fino ad ottenere la consistenza di un burro non troppo solido. Se non possedete un estrattore, potete usare del latte di nocciole ( si trova nei negozi bio ), lavorandolo le noci pestate nel mortaio. 


Tenete da parte il latte avanzato. Portate ad ebollizione il liquido di cottura della rapa in misura del doppio del volume dei cereali. Versatevi i cereali e la purea di rapa e portate a cottura mescolando di tento in tanto. A fine cottura i cereali dovranno avere assorbito tutto il liquido. A cottura ultimata e a fuoco appena spento mantecate unendo il latte di noci ( o quello di nocciole ) ed il burro. Mescolate bene e incoperchiate per un minuto circa. Ricordatevi di tenere da parte circa due cucchiai di burro per la presentazione.
Presentazione:
Prendete una lastra di ardesia, posizionate i cereali in un coppapasta ovale spennellato di olio evo. Pressate e sfilate l'anello. Posizionatevi sopra un cucchiaino di burro e del pepe macinato al momento. Aggiungete sul piatto qualche noce, del sale affumicato ed il burro rimanente in un cucchiaio in modo da poterne aggiungere se gradito.
Una bontà assoluta, da provare!


Eccolo visto da altre prospettive...




 Ne approfitto per arricchire anche la raccolta della capra per il suo Vegetal Monday




19 commenti:

  1. Ciao vegetella che speciali che sono i piatti con il burro di frutta secca. Non ho mai provato a scomporlo nell'estrattore per ricomporlo nel mortaio, affiscinante :D
    Ora mi vesto da Lucarelli e ti pongo una domanda con la sua stessa gestualità:
    "Diccelo Vegetella, confidacelo, lavori in una Bottega del Mondo?"
    In tutte le tue ricette ci sono i buonissimi ed etici prodotti Altromercato. I casi sono i seguenti:
    - o ci lavori
    - o ci abiti sopra
    - o tu stessa sei la C.E.O. Altromercato

    :)

    RispondiElimina
  2. no ceschina!non ci lavoro ( ma non mi dispiacerebbe!)...non ci abito neppure vicino, devo prendere la metropolitana ogni volta sigh...sono solo da anni ed anni una fan sfegatata di tutto quello che è etico ( compresi vestiti e vettovaglie varie ).
    Poi io amo smisuratamente la cucina etnica e le spezie, sono curiosa verso i cibi nuovi.Quindi spesso la mia scelta ricade sui prodotti altromercato e similari.
    Ah p.s. molto importante...non sono miei sponsor! Non mi pagano insomma.
    Ma visto che i soldini per nutrirmi li devo comunque spendere, preferisco per dei marchi che credo ( e spero ), siano etici sotto tutti i punti di vista.
    io uso l'estrattore per tutti i burri: quello di anacardi, e quello di semi di sesamo.Provaci e poi mi dirai...

    RispondiElimina
  3. Adoro questo mix di cereali di ctm, noi li prendiamo col gas... devo assolutamente provarlo in questa versione golosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daria, siamo in due ad adorarli allora! Se provi la ricetta poi fammi sapere cosa ne pensi.
      Buona serata e grazie di essere passata.

      Elimina
  4. ho assaggiato tempo fa un hummus di ceci e barbabietola, ne sono rimasta folgorata *.* Siccome credo che una buona parte del merito spetti alla barbabietola, non oso immaginare la bontà di questo piatto!!!

    RispondiElimina
  5. che idea mi hai dato!fantastico l'hummus ceci e barbabietola.Ti adoro già.
    Pensa che io le barbabietole finchè non le ho assaggiate fresche, le ho sempre snobbate.Mi mettevano tristezza chiuse in quella plastica e già cotte e ricordo con terrore quando mia mamma da piccola cercava di farmele ingurgitare.Poi un giorno scopro che non nascono nella plastica e....mi si apre un mondo.Le bevo frullate nei centrifugati, le sfrutto per colorare la pasta fresca.Le mangio crude, cotte.Insomma in tutte le maniere.
    Grazie di essere passata e per i complimenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Finchè non le ho trovate fresche mi sono sempre rifiutata di comprarle ;)) Mettono davvero tristezza!!! Grazie a te...

      Elimina
  6. Sorprendente!
    Burro di noci, quinoa, rapa rossa..tanti ingredienti che amo!
    Complimenti e grazie!
    Sto imparando tante cose con Salutiamoci.
    Grazie ancora.
    Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una bellissima iniziativa quella di salutiamoci.Grazie a te e buona serata

      Elimina
  7. Bellissimo.... buonissimo..... adoro il mix di cereali che hai usato, oltre che buono è anche molto pratico, mi piace moltissimo questa ricetta, intrigante e invitante. Bellissimo l'utilizzo della rapa rosso, molto invintante la cremina di frutta secca, complimenti un super piatto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione!Cuoce in meno di 15 minuti e questo non è poco quando il tempo stringe.Grazie stella.Buona giornata e buon lavoro.

      Elimina
  8. magnifica e golosa ricetta...il colore accende la tavola! Volevo chiederti una cosa da una che (purtroppo) non possiede l'estrattore di succo...posso lasciare in ammollo, frullare con acqua meglio che posso e poi colare??? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Lo!Ma certo che puoi.Io fino all'anno scorso facevo così (ricetta presa da Simone Salvini che puoi usare per qualsiasi burro di semi oleosi ).Premetto che lui realizza i suoi burri con le potentissime lame del bimby, ma io che ne sono sprovvista, ho sempre usato un normale mixer.Dunque fai così.Metti le lame del tritatutto/mixer in frigorifero ed anche il recipiente dove andrai a creare il burro e lascia raffreddare bene.Dopodichè Con un mestolo forato scoli bene i semi e mettili nel mixer. inizia a tritare fermandoti spesso, ad intermittenza insomma.Ogni volta riporta i semi al centro verso le lame con una spatola di silicone.Questa operazione serve per evitare che i semi si surriscaldino.Quando avrai ottenuto un trito fine, puoi iniziare ad incorporare l'acqua di ammollo dei semi sempre tritando pian piano.Aggiungi un pizzico di sale e se lo gradisci dell'olio e quando il tuo triturato avrà assorbito tutta l'acqua, allora potrai frullare a lungo fino ad ottenere la densità desiderata.Io aggiungevo un passaggio in più alla fine, perchè ho visto che mi dava risultati migliori.Usavo il frullatore ad immersione cercando di "montare dal basso verso l'alto".

      Elimina
    2. grazie ...sei un tesoro....mi hai spiegato benissimo e ora non mi resta che provare...sono curiosissima e felice...grazie di cuore :D

      Elimina
    3. ma figurati!poi mi dirai com'è andata quando lo fai...

      Elimina
  9. La tua ricetta mi ha incuriosita molto! la proverò sicuramente :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai...fammi sapere poi com'è andata mi raccomando.
      Grazie di essere passata!

      Elimina
  10. No dai!! Che bello questo piatto! Sano e nutriente, in poche parole meraviglioso! :-D ma poi che bella è la rapa rossa!?! Ah un colore unico! Complimenti! :-) a presto.

    Federica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, la rapa ha un colore stupendo!grazie fede.

      Elimina