martedì 8 aprile 2014

Autocelebrazione...e una ricetta per Salutiamoci





Senza troppi giri di parole... ho vinto! Avevo partecipato al contest LE NOSTRE RADICI perchè il tema mi stava a cuore.
Bisognava valorizzare tuberi e radici rendendoli protagonisti del piatto.
In EQUILIBRIO, ho utilizzato rape rosse e radici amare di Soncino. Nell'altra RICETTA, i topinambur. Ho vinto parimerito con me stessa con tutte e due le ricette e la bella notizia è che avrò la possibilità di partecipare prossimamente ad uno showcooking. La seconda bella notizia è... GO VEG! Insomma, sono felice.
Ora, chiusa la parentesi autocelebrativa, bando alle ciance! In Aprile SALUTIAMOCI  è ospitato da una di quelle donne che... ma come cavolo fa a fare tutto quello che fa? Mamma di due pupattoli, lavoratrice (e mica uno di quei lavori in cui stai col deretano appoggiato comodamente su una sedia), ma IL lavoro, e cioè la contadina. Una contadina studente di medicina (che fa pure rima). Docente di corsi di cucina, esperta di fitoalimurgia, una persona vera genuina e con un cuore veramente grande. No, non la conosco di persona, ma tutto quello che ho scritto su di lei traspare da quello che scrive nel suo blog. Sappi Annalisa che ti stimo veramente.
Questa semplice ricetta, a base di SPINACI (che poi sono l'ingrediente protagonista della raccolta del mese) è per te.
Andate tutti da ANNALISA e sommergetela di ricette.


Ingredienti per il pesto di spinaci:

100 g di spinacini
1 bel mazzetto di erba cipollina fresca
1 cucchiaio di piastacchi di Bronte al naturale (non tostati e non salati, essiccati al sole)
1 cucchiaio di pinoli sgusciati
1 cucchiaio di olio di argan (ad uso alimentare, pressato a freddo e bio.Io l'ho preso in Marocco ad Essaouira, alla cooperativa Marjana gestita da sole donne)
2 cucchiaini di olio di mandorle al limone (100% puro spremuto a freddo non filtrato), olio essenziale di limone 2%
1 cucchiaino di gomasio alle erbe 

Ingredienti per i crackers ai semi di lino:

100 g di semi di lino 
acqua qb
erbe aromatiche miste a piacere (nel mio caso rosmarino, salvia, issopo, timo limone)
2 pomodori essicati morbidi
1 cucchiaino di paprika dolce

Procedimento per il pesto di spinaci:

Lavate gli spinaci, scolateli bene e tritateli fini a coltello o metteteli in un mixer (oppure usate il mortaio come ho fatto io). Riducete a granella fine pistacchi e pinoli, tritate fine l'erba cipollina. Lavorate gli ingredienti con i due oli fino ad ottenere il pesto della grana desiderata. Conservate in frigorifero in un contenitore in vetro chiuso (coprendo il pesto di olio), se decidete di conservarlo per qualche giorno. Non saprei dirvi la durata, perchè io l'ho utilizzato il giorno stesso.

Procedimento per i crackers:

Un classico della cucina crudista... Mettete i semi di lino in un contenitore di vetro, copriteli con acqua fresca che superi di due / tre dita i semi e lasciateli a bagno per 4/5 ore. Si creerà una sorta di massa gelatinosa. A questo punto potete lasciare i semi tutti interi oppure fare come me, cioè tritarne grossolanamente una parte si ed una no. Io ne tritati circa la metà nel mixer assieme alle erbe ed ai pomodori secchi. Unite i semi interi e la paprika e mescolate bene il tutto. Coprite di carta forno due ripiani dell'essicatore e spalmate sottilmente ed uniformemente il composto. Fate essiccare il composto per 3 ore, poi tagliate con un coltello affilato la sfoglia dando la forma che più preferite (quadrati, losanghe, rettangoli) e fate essicare ulteriormente per una due ore. In contenitore di vetro chiuso ed al fresco si conservano fino ad una settimana.





16 commenti:

  1. Giusto stamani mi ero detta che sarei passata a lasciarti il mio saluto. Ed eccoti materializzare sulla mia blogroll.
    Mia cara Vale, tu vinceresti a priori, per me. Sei genuina e vera come hai descritto Annalisa. E la dimostrazione è questa proposta, che mi prende fin nell'anima. Come faccio ad esprimere il mio apprezzamento?
    Complimenti, per le tue vittorie e per quanto sei e fai trasparire dai tuoi piatti condivisi.
    Un abbraccio enorme, buona giornata tesoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erica, come sempre ti dico che sei troppo buona!a volte mi mancano proprio le parole davanti a tanti complimenti.Ti dico quindi solo...grazie!e ti dò un abbraccio forte forte.
      buona serata.

      Elimina
  2. Brava Valentina! Sono felice del tuo successo! Meritato, dopo tanto lavoro!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oooh carissima!pensavo a te l'altro giorno perchè fra poco c'è il festival dell'oriente (non vedo l'ora).ci saranno quelli della mia scuola di kung fu, e del tai chi (dovrò dividermi)...e quest'anno non mi lascio scappare l'assafetida (è un anno che aspetto, non l'ho trovata da nessun altra parte).
      grazie, un abbraccio a te e ai nipoti.

      Elimina
    2. Ciao! Fammi sapere quando vieni che ci troviamo magari per una merenda!
      un abbraccio!

      Elimina
  3. Congratulazioni, sei stata bravissima, i tuoi due piatti sono fenomenali :) W Valentina!!!
    Anche la ricetta di oggi non è niente male, le tue foto fanno venire l'acquolina in bocca... e quei crackers crudi... mmmm che voglia di provarli!!! Non ho l'essiccatore però, dovrei provare col forno elettrico a bassissima temperatura, chissà... tu che consigli? ...Intanto ti abbraccio forte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Mari Leti (ora giuro, non lo sbaglio più il tuo nome, me lo ricordo anche con la mia memoria da criceto...).nel forno puoi tranquillamente essiccare, a bassa temperatura e con la porta leggermente socchiusa.oppure sul termosifone (anche se ora non sono più accesi), oppure puoi ricorrere al sole appena farà più caldo.
      grazie dei complimenti.un bacione

      Elimina
  4. Complimenti! Le tue ricette sono salutari, ottime da vedere e gustose, te lo meriti! Che buoni questi crostini, ne mangerei uno subito!
    PS: ho la fortuna di conoscere Annalisa ed è proprio come la descrivi tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daria, ciao!sono felice anche perchè così facciamo conoscere i nostri piatti 100% vegetali.
      Ti ringrazio e ti auguro una splendida giornata.

      Elimina
  5. Bellissima ricetta.... gustosa, fresca e saporita, non riesco a trovare gli spinacini freschi.....:-( ma sopratutto complimenti anzi stracomplimenti per la doppia vincita, meritatissima!!!! ricordo perfettamente le ricette, sempre curate nei dettagli e ben costruite, hai vinto alla grande, ha vinto il veg!!!!! bravissima :-D

    RispondiElimina
  6. feli, sei un tesoro!ti abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Riscrivo, visto che si è perso! Sono felicissima di leggere della vincita, sono ricette che mi han fatto impazzire <3 E su quanto scrivi, beh, ecco..troppo buona :-*
    Adoro anche questa che hai appena prodotto, la regia mi dice solo di specificare che l'olio di argan è Fair Trade, essendo tutto sommato 'esotico'! Grazie stella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi Annalisa.Io l'olio di argan l'ho comprato direttamente in Marocco ad Essaouira in una cooperativa di donne che si chiama cooperativa Marjana.Qua il link, se interessa a qualcuno.Comunque ho risposto anche da te.I complimenti prendili tutti...io non sono una che li regala a caso!
      www.foodwewant.org/por/MEDIA2/MEDIA-CONTEST/Opzione-1-La-crisi-alimentare/L-oro-bianco-del-Marocco

      Elimina
  8. Complimentissimi per aver vinto il contest, primo e secondo posto insieme addirittura...del resto quei due piatti non potevano temere rivali! Uno showcooking tenuto da te...sarà senz'altro fantastico :)
    Passando a questa ricetta, trovo il pesto molto molto sfizioso...sarebbe ottimo anche per condire la pasta!

    RispondiElimina
  9. Che megabravissima Tesor!!! Complimentissimi!!!!

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia questo pesto! E ancora complimenti per la doppia vittoria :P

    RispondiElimina